Torna l’intima sensazione di “salvezza” nel sapere di avere cibo in casa

Avevamo dimenticato le sensazioni del periodo del lockdown, marzo 2020, forse erano troppo “nuove” o forse non le abbiamo vissute abbastanza a lungo ma in questi giorni stanno tornando.

Passiamo davanti al supermarket che è stato l’interlocutore quasi unico di quel periodo e sentiamo la sensazione del mettersi in fila, distanziati gli uni dagli altri, e di attendere per scoprire quanto gli scaffali siano vuoti: farina, pane, guanti, carne, uova.
Altro memento è quando in casa facciamo mente locale alle nostre scorte e ci sentiamo sollevati di avere vino, pasta, acqua, pomodori. 

Siamo in balia degli eventi, siamo in balia delle decisioni di persone che sono in balia degli eventi. Tutto questo ci riporta alla semplicità di considerare quello che è indispensabile, per noi, per i nostri figli. Forse più che in altri tempi, con meno, ma più significativo, ringraziamo.

Molliche di pane

3 Febbraio 2021 - 9:00

Cambia anche la categoria delle comunicazioni ufficiali

Una svolta verso un contenbuto positivo
Leggi tutte
Menu

Aggiornamenti

2 Febbraio 2021 - 8:55

Pubblicità “COVID-19”

Pubblicità per la quotidiana igienizzazione della casa, libera dal COVID-19 al 100%, ogni giorno.
2 Febbraio 2021 - 8:46

La cronaca dei nostri giorni

Cosa accade? Come percepirlo? come verrà percepito? Può aiutarci cercare di immaginare l'occhio di un possibile futuro sul suo passato, nostro presente?
Leggi tutte
Back to top